ACCESSO AGLI ATTI, CIVICO SEMPLICE E GENERALIZZATO

Accesso agli atti (ex L. 241/1990)

L’accesso agli atti amministrativi è il diritto di esaminare i documenti amministrativi dell’Ordine e di averne copia come previsto dalla Legge 241/90 e s.m.i

Può essere esercitato da tutti i soggetti che abbiano un interesse diretto ed attuale collegato ad una situazione che sia giuridicamente tutelata e connessa al documento oggetto di richiesta di accesso.

La tempistica di evasione: 30 giorni dalla presentazione dell’istanza.

Modulo per la richiesta Scarica

Per l’esercizio dell’accesso agli atti rivolgersi a:
Segreteria Ordine Ingegneri della Provincia di Ferrara 
E-Mail: segreteria.ferrara@ordingegneri.it   PEC ordine.ferrara@ingpec.eu
Telefono 0532/207126

Accesso civico semplice (art. 5 D.Lgs. 33/2013 come modificato da D.Lgs. 97/2016)

L’accesso civico è il diritto di chiunque di richiedere i documenti e le informazioni a pubblicazione obbligatoria.

L’esercizio del diritto non è sottoposto ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente. L’istanza di accesso deve indentificare i dati, le informazioni o i documenti richiesti ma non richiede motivazione.

In caso di accoglimento l’Ordine provvederà a pubblicare sul sito i dati, le informazioni o i documenti richiesti e a comunicare al richiedente l’avvenuta pubblicazione, indicandogli il relativo collegamento ipertestuale.

La tempistica di evasione: 30 giorni dalla presentazione dell’istanza.

Modulo per la richiesta Scarica

Per l’esercizio dell’accesso civico rivolgersi a:
Ing. Massimo Montrucchio 
E-Mail: segreteria.ferrara@ordingegneri.it PEC ordine.ferrara@ingpec.eu
Telefono 0532/207126

Titolare del potere sostitutivo 
Ing. Edi Massarenti 
E-Mail: segreteria.ferrara@ordingegneri.it PEC ordine.ferrara@ingpec.eu
Telefono 0532/207126

Accesso civico generalizzato (art. 5; 5 bis; 5 ter D.Lgs. 33/2013 come modificato da D.Lgs. 97/2016)

E’ il diritto di chiunque di richiedere i documenti e le informazioni detenuti dall’Ordine ed ulteriori  rispetto a quelli a pubblicazione obbligatoria, nei limiti di cui all’art. 5 bis.

La richiesta di accesso è disciplinata dagli artt. 5, c. 2, 5 bis e 5 ter del D.Lgs 33/2013 come modificato da D.Lgs. 97/2016)scarica

L’istanza di accesso deve indentificare i dati, le informazioni o i documenti richiesti ma non richiede motivazione.

Può essere presentata anche per via telematica secondo le modalità previste dal D.Lgs. 82/05 art. 65.  scarica

Il rilascio di dati o documenti in formato elettronico o cartaceo è gratuito, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto e documentato dall’ente per la riproduzione su supporti materiali.

La tempistica di evasione: 30 giorni dalla presentazione dell’istanza, fatta salva la sospensione per opposizione di eventuali controinteressati. Il procedimento di accesso si conclude con la comunicazione al richiedente ed agli eventuali contro interessati.

Modulo per la richiesta Scarica 

Per l’esercizio dell’accesso civico concernente dati e documenti ulteriori rivolgersi a:
Segreteria Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ferrara 
E-Mail: segreteria.ferrara@ordingegneri.it   PEC ordine.ferrara@ingpec.eu
Telefono 0532/207126
L’Ufficio deputato alla gestione dell’accesso concernente dati e documenti ulteriori è la Segreteria dell’Ordine nella persona del Consigliere Segretario. 

In caso di accoglimento l’Ordine provvederà a trasmettere al richiedente i dati o i documenti richiesti entro 30 giorni dalla presentazione dell’istanza.

Qualora ai sensi dell’art. 5 bis l’Ordine individui soggetti controinteressati, provvederà a dare comunicazione agli stessi i quali, entro 10 giorni dalla ricezione della comunicazione potranno presentare motivata opposizione alla richiesta di accesso, con conseguente sospensione dei termini.

In caso di accoglimento della richiesta nonostante l’opposizione del controinteressato, l’Ordine ne darà comunicazione allo stesso e provvederà a trasmettere al richiedente i dati e i documenti richiesti non prima di 15 giorni dalla ricezione della comunicazione da parte del controinteressato.

In caso di diniego totale o parziale dell’accesso o di mancata risposta entro il termine di legge, il richiedente può presentare richiesta di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza che deciderà con provvedimento motivato entro 20 giorni, con sospensione dei termini in caso sia necessario sentire il Garante per la protezione dei dati personali che ha 10 giorni per esprimere il proprio parere.

Avverso la decisione dell’Ente o, in caso di richiesta di riesame, avverso quella del RPCT, il richiedente può proporre ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale ai sensi dell’Articolo 116 del Codice del Processo Amministrativo di cui al Decreto Legislativo 2 luglio 2010, n. 104.

Registro sintetico delle richieste/esiti di:

– accesso civico semplice, 

– accesso civico generalizzato, 

– accesso agli atti   

Scarica il registro 2017 – 2018 – 2019 – 2020 Scarica 

    IN QUESTA SEZIONE

    ACCESSO AGLI ATTI, CIVICO SEMPLICE E GENERALIZZATO